«Tutto quello che vedete lo devo agli spaghetti», diceva Sofia Loren, che forse è un altro modo di sostenere l’idea di Feuerbach che siamo quello che mangiamo.

Ci sono 634 ricette a base di spaghetti pubblicate, commentate e votate su allrecipes.com, uno dei siti più popolari di ricette tra Stati Uniti e Canada. Con un miliardo e mezzo di accessi al sito in un anno e 64.500 followers su twitter, allrecipes.com è uno dei più grandi ricettari online di preparazioni proposte dagli utenti stessi, dunque una finestra interessante da cui osservare le abitudini culinarie dei nordamericani che amano sporcarsi le mani in cucina.

Un osservatorio prezioso per la grande quantità di dati che contiene: non solo le oltre 60mila ricette consultabili, ma anche per i dati su tempi di cottura e preparazione, porzioni, valori nutrizionali, voti e feedback da parte di chi ha cucinato la ricetta. Gli utenti di questo sito possono infatti pubblicare ricette, ma anche dichiarare di avere realizzato quella scelta cliccando su un apposito contatore, e pubblicarne la foto del risultato; possono lasciare commenti e votare la ricetta stessa. Per questo, più che un semplice ricettario, si tratta di una sorta di social network a base di ricette. Quali sono dunque le ricette più amate, quelle più realizzate o più commentate dagli utenti nordamericani? Cosa e come mangiano i frequentatori di ricettari online quando si mettono ai fornelli?

Ricette analizzate
Milioni di commenti scaricati
Anni osservati

FoodMining è un progetto di ricerca Presago

Contattaci per ottenere informazioni su servizi di Analytics, Big Data e Intelligenza Artificiale

Veloce o lento, purché sia facile

In un sito di ricette il titolo di una preparazione non deve solo convincere per la scelta di ciò che si mangia, ma anche per modalità e tempi di preparazione e cottura. Per questo abbondano gli aggettivi: vediamo cosa dicono.